6 motivi per alzare pesi in palestra

0

Sappiamo bene quanto sia difficile frequentare con regolarità una palestra, con tutti gli impegni che ci impone la vita frenetica del quotidiano.

Tra casa, lavoro, famiglia, imprevisti e quant’altro, spesso ci si ritrova a pagare abbonamenti mensili, o persino annuali, senza riuscire, però, ad usufruirne per davvero al meglio.

Certo, come in ogni ambito, non si deve esagerare nemmeno nel senso opposto: quella per la forma fisica può diventare una sorta di ossessione, di dipendenza, di mania di perfezionismo che può portare anche a gravi scompensi, psicologici e fisici, ma un’attività regolare, sana, equilibrata può apportare solo benefici all’organismo: i muscoli sono sempre attivi e pronti a sostenere lo scheletro, il corpo è più allenato e più reattivo e migliora la circolazione del sangue e l’ossigenazione dei tessuti.

Ma, entrando nello specifico, cosa possiamo dire del sollevamento pesi?

Sollevamento pesi: un toccasana per la salute

Come anticipato, anche in questo caso specifico, bisogna agire per gradi e con molta pazienza: alzare pesi eccessivi, infatti, potrebbe rivelarsi molto dannoso, generando strappi muscolari e anche problemi superiori.

Un allenamento, però, proporzionale alla propria stazza e alla propria forma fisica, può fare solo bene. La scienza, infatti, ci dà almeno 6 buoni motivi per continuare a sollevare pesi, in palestra.

  1. Il metabolismo migliora: secondo i ricercatori dell’Università di Boston, questo avviene grazie alle fibre muscolari di tipo II, quelle, cioè, coinvolte nel sollevamento pesi; in questo modo anche le cellule adipose vengono “combattute” meglio.
  2. I sintomi depressivi si affievoliscono: secondo alcune ricerche, nonostante si tratti di un’attività anaerobica, gli effetti positivi si riscontrerebbero al pari di un’attività motoria aerobica. Ci si sente meglio mentalmente e, spingendosi oltre i “limiti” del corpo, si riesce a fare parallelamente la stessa cosa anche con la psiche: uno strumento in più per migliorarsi.
  3. L’osteoporosi viene ostacolata: muscoli ed ossa beneficiano entrambi del sollevamento pesi, perchè la risposta allo stress relativo all’allenamento crea muscoli più tonici e ossa più depositate. In questo modo si riescono a combattere anche i primi sintomi dell’avanzare dell’età. Infatti, anche i movimenti risultano più fluidi e consapevoli e ne guadagna “respiro” tutto l’organismo, riuscendo a combattere anche i mal di schiena più fastidiosi dovuti, ad esempio, a continue posizioni da seduto adottate durante il giorno (ufficio, scuola, università). Ci si sente meglio ad ogni livello psicofisico, insomma.
  4. Il rischio di contrarre il diabete diminuisce: questa patologia è seriamente considerata una preoccupazione dall’OMS e si calcola che, entro il 2030, potrebbe diventare la settima causa di morte. Di certo, come in tutte le malattie, la prevenzione può fare molto, gestendo il peso attraverso una dieta sana, facendo esercizio fisico, evitando di consumare tabacco ma anche, appunto, sollevando pesi. Uno studio finanziato dal National Institutes of Health, infatti, ha scoperto che gli uomini che sollevavano pesi per 150 minuti alla settimana hanno un rischio di diabete più basso addirittura del 34%.
  5. Il cuore resta in forma: secondo uno studio della Appalachian State University, dopo 45 minuti di allenamento nelle arterie la pressione sanguigna arriva a diminuire anche del 20%, come se, in pratica, si assumessero farmaci anti-ipertensivi!
  6. Gli zuccheri restano sotto controllo: secondo uno studio pubblicato su Nature Medicine, il sollevamento pesi farebbe aumentare la crescita del cosiddetto “muscolo bianco”, che aiuta a ridurre la glicemia perché sfrutta il glucosio per produrre energia.
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Share

Potrebbe piacerti anche Altri articoli di questo autore

Di' la tua su questo articolo!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*