Come combattere i ladri di biciclette

0

L’arrivo della bella stagione incoraggia ad uscire di casa e fare un bel giro in bicicletta. Dopo aver oliato la catena, gonfiato le gomme e rivisto i freni, potremmo dire che è apposto o quasi. Una bella lucidata ed eccola, bella come nuova. Un vero e proprio gioiello che potrebbe attirare l’attenzione di qualche malintenzionato. Come difenderci da queste situazioni? Lo scopriremo in questo articolo.

I ladri di biciclette

Sono sempre esistiti, non a caso c’è un famoso film, ormai datato, che si intitola proprio Ladri di biciclette. I furti possono avvenire sia alla luce del sole sia di notte. Allo stesso modo, essi avvengono tanto in centro quanto in periferia. I ladri non temono il lucchetto, dunque è necessario puntare su qualcosa di più “tosto” da manomettere.

sicurezza bicicletta

Consigli utili

Esistono dei trucchi per rendere difficile il lavoro dei ladri. Uno di questi consiste nell’utilizzo di un bloster a U per la prima, che deve essere di qualità e di piccole dimensioni, per dare poco spazio di manovra ad un eventuale taglio. Un altro rimedio, ancora più sicuro, consiste ne legare un lucchetto al bloster. Se, invece, non volete rinunciare alla tradizionale catena vi suggeriamo di legarla stretta attorno alla bicicletta e al palo chiudendo il lucchetto alla maglia più corta. In altre parole, nel lucchetto ci devono stare: un tubo del corpo della bici, il palo e la ruota. Ciò deve essere seguito alla lettera, senza lasciare nessun centimetro libero.

Consigli pratici

Passiamo adesso alla procedura vera e propria per salvare la nostra bicicletta da eventuali proprietari illeciti. Vi basta seguire i seguenti step e sarà un gioco da ragazzi.

  • Non legare la bici a un albero, serve a poco e può danneggiare l’arbusto
  • Parcheggiarla in luoghi illuminati e affollati.
  • Posizionare la bici su un muretto
  • Legarla alla staccionata, in questo modo il ladro non può fare leva sul ginocchio e tagliare la catena

C’è un signor rimedio ma…

I lucchetti hi-tech, per quello che costano, possono valere la spesa soltanto se vogliamo proteggere delle biciclette di un certo valore. Se, invece, ci interessa soltanto custodire la nostra modesta bicicletta questo è il rimedio più sicuro. I progressi tecnologici hanno riguardato anche la sicurezza dei ciclisti, un esempio è Skylock, un dispositivo che permette di collegare la bicicletta al cloud. Esso s attiva e si disattiva attraverso il proprio smartphone e consente di avvisare il proprietario nel momento in cui si verifica un tentativo di furto. A quel punto, il dispositivo localizza la bici con il GPS e il ladro è braccato. Skylock deve il suo nome all’energia luminosa (proveniente dal cielo, appunto) che lo alimenta grazie ad un piccolo pannello solare. Il prezzo di tale gioiello tecnologico è pari a quello di una bici nuova, 200 euro.

Le dritte intramontabili

Se l’età e la qualità della vostra bicicletta non giustificano una cifra a due zeri, ci sono dei rimedi senza tempo. Uno di questi è imbruttire il vostro mezzo di trasporto. Può sembrare un suggerimento masochistico ma se vi interessa pedalare a lungo, senza preoccupazioni, l’estetica viene in secondo piano. Infine, un ultimo suggerimento, non meno importante, consiste nel fotografare la vostra bicicletta e segnare il numero di telaio. In questo modo, se il vostro comune dispone di un registro delle bisciclette, potreste recuperarla in caso di furto. Buona fortuna!

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Share

Potrebbe piacerti anche Altri articoli di questo autore

Di' la tua su questo articolo!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.