Come scegliere la crema doposole giusta

0

di Silvia Semonella

Finalmente, dopo essersi fatta attendere molto, l’estate è arrivata e, di conseguenza, anche la voglia di mare e tintarella.

In spiaggia, però, è importante attrezzarsi per proteggersi dai raggi del sole e dai danni che possono causare, come antiestetiche macchie su viso e collo, scottature o invecchiamento precoce della pelle.

Oltre ai consigli classici, come quello di non esporsi nelle ore più calde della giornata, basta seguire pochi step per non incorrere in queste spiacevoli conseguenze: innanzitutto, applicare sempre crema idratante e protezione solare, entrambe scelte a seconda del proprio fototipo; in più, utilizzare un buon doposole dopo ogni giornata di mare. Questo, infatti, ha un’azione lenitiva, calmante e rigenerante e ripara l’epidermide, completando l’azione di schermo dai raggi UVA e UVB svolta dalla protezione solare.

Non bisogna confondere, però, il doposole con la crema idratante, né tanto meno sostituirlo ad essa: il primo, infatti, ha il compito non solo di idratare ma anche di lenire la pelle scottata dal sole e di ristabilire la giusta dose di acqua del film idrolipidico.

Ma come si sceglie il doposole più adatto?

Il doposole giusto per te

La prima caratteristica da tenere in considerazione è la texture, ossia la consistenza.

Per chi ha poco tempo a disposizione, i prodotti più indicati sono spray o gel a rapido assorbimento, facili e veloci da applicare. Al contrario, infatti, i cosmetici in crema e i burri hanno una texture più corposa, che ne determina un assorbimento più lento.

Il secondo fattore, non meno importante, da considerare è la tipologia di pelle: per quella secca è più adatto un doposole ricco di nutrienti, mentre per le più mature sono perfette le formulazioni anti-age, a base di acido ialuronico. Infatti, grazie alla loro azione antiossidante, in aggiunta a quella idratante, agiscono in profondità limitando la formazione di radicali liberi. In questo caso, è bene controllare che nella formulazione della crema ci siano, ad esempio, aloe vera, estratto di cocco o olio di argan con la sua azione lenitiva, emolliente ed elasticizzante.

Le creme ipoallergeniche, senza profumo, antirossori e lenitive, a base di calendula o camomilla, invece, sono adatte ai soggetti con pelle molto sensibile, quella, cioè, maggiormente a rischio dopo l’esposizione al sole.

Lo stesso discorso vale per le creme doposole per i bambini: che siano ipoallergeniche, dermatologicamente testate e senza profumi, parabeni, siliconi o petrolati.

A tutti questi suggerimenti, infine, se ne aggiunge un altro fondamentale: leggere attentamente l’INCI, ossia la formulazione dei prodotti cosmetici, da ricercare sempre il più naturale possibile. Uno dei primissimi ingredienti deve essere l’acqua, seguita da estratti di piante come quelli di menta, che ha azione rinfrescante, o di camomilla, con azione lenitiva e calmante.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Share

Potrebbe piacerti anche Altri articoli di questo autore

Di' la tua su questo articolo!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.