Come Si Coltivano Le Piante In Acqua

Tutti gli amanti delle piante d’interno spesso si trovano a dover combattere con sporco e polvere causato da terriccio che fuoriesce dai vasi. Non tutti sanno che esiste un metodo di coltivazione delle piante, molto pratico e diffuso, che esclude completamente l’utilizzo del terreno: l’idrocoltura.

 

Che cos’è l’idrocoltura

L’idrocoltura è una tecnica agricola che permette alle piante di crescere e svilupparsi grazie all’ausilio di argilla espansa ed acqua. Le particelle di argilla, che hanno la comodità di sporcare poco e non compattarsi, permettono inoltre un rilascio controllato del liquido nutritivo delle piante , che in questo caso è l’acqua. L’argilla espansa apporta anche una grande quantità di ossigeno alle radici, non si secca ed infine limita la  propagazione di funghi e parassiti.

 

Iniziare con l’idrocultura, le basi

Come già anticipato prima, uno degli elementi principali della tecnica di coltivazione dell’idrocultura è l’argilla espansa che va a sostituire il terriccio.
Per iniziare dobbiamo prima di tutto estrarre dal vaso la pianta scelta per eliminare tutto il terreno, se necessario possiamo immergere la pianta in acqua tiepida per trenta minuti così da ripulire del tutto le sue radici dal terreno presente prima. Ora possiamo iniziare a preparare le basi del nostro substrato ponendo le particelle d’argilla espansa sul fondo del vaso, adagiare sopra la pianta, spingere le radici verso il basso e ricoprire con altre particelle. Molto importante in questo momento donare stabilità alla pianta  E’ arrivato il momento di riempire d’acqua il nostro vaso, fino a ricoprire le radici, previo applicazione di un apposito fertilizzante nelle quantità descritte sulla confezione.

Una volta effettuato questo passaggio la nostra pianta è libera di crescere e svilupparsi per almeno una trentina di giorni, mi raccomando fate sempre attenzione al livello dell’acqua.

Quali vasi utilizzare per l’idrocoltura

Sicuramente per iniziare con l’idrocoltura i vasi trasparenti sono quelli più adeguati. Oltre ad avere un bel design e quindi a svolgere la funzione di arredare l’ambiente, i vasi trasparenti permettono il controllo costante del rapporto tra la quantità d’acqua e le radici.

Quali piante scegliere per l’idrocultura

Diciamo che l’idrocultura si adatta molto bene a qualsiasi  pianta ma, le piante più adeguate sono quelle che hanno le foglie con caratteristiche tropicali come ad esempio

  • Ficus
  • Calathea
  • Pothos
  • Dracena
  • Phitodendro

Anche le orchidee portano degli ottimi risultati con questo tipo di coltivazione

 

Qualche idea in più

Per rendere esteticamente più belle le vostre piante e far si che diventino un vero e proprio oggetto d’arredamento della vostra stanza, vi consigliamo di comporre il substrato inserendo alcuni elementi decorativi come conchiglie, biglie di vetro e sassolini colorati.

 

Ecco, ora è tutto chiaro per cimentarvi nella coltivazione delle piante in acqua!

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.