Pizza: una mappa sui prezzi di tutta Italia

0

L’arte del pizzaiolo napoletano è, da qualche tempo, diventata Patrimonio UNESCO dell’Umanità e, in effetti, c’è chi sarebbe pronto a giurare che quella che si mangia fuori dal territorio campano non sia vera pizza.

Per non parlare delle varianti estere (vi dice niente quella con l’ananas?).

In realtà, in Italia c’è una fortissima tradizione gastronomica legata a questa pietanza e sono ancora tantissime le pizzerie che le propongono cotte al forno a legna e cucinate con ingredienti genuini e di altissima qualità. Certo, la pizza milanese non sarà mai uguale a quella napoletana, esattamente come il cannolo siciliano non riuscirà mai a “trasmettere” il proprio sapore alle preparazioni delle altre pasticcerie della Penisola, ma resta il piacere di sedersi a tavola e gustare qualcosa di semplice e prelibato.

Ma quali sono i prezzi a livello nazionale per questa pietanza?

I dati

Secondo l’Osservatorio del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico), il posto migliore in cui gustare un’ottima pizza è proprio la patria di origine: a Napoli, infatti, si mangia quella “originale”, preparata con l’arte che oramai è elemento imprescindibile dell’intera preparazione… e si spende meno. Nella capitale partenopea, infatti, i prezzi oscillano tra i 6,50 ed i 15,50 euro, con una media di 6,86 euro.

La più cara? Incredibile a pensarci, ma è a Roma: 21 euro il prezzo medio per una sosta in pizzeria! Seguono Venezia con i suoi 18 euro, Firenze con 16 euro, Bergamo con un prezzo massimo di 17 euro, Milano e Padova con 15,50 euro e Macerata, dove si arriva ad un prezzo medio di 12,05 euro, con un’oscillazione tra i 12 ed i 14 euro.

Tuttavia, non è tutto così “bianco e nero”.

Lo stesso Osservatorio fa notare, ad esempio, che in molte città ci sono oscillazioni impercettibili, per cui prezzo massimo e minimo quasi coincidono; in altre, invece, tutto dipende dalla qualità e dalla tipologia di pizza che si ordina, mentre in alcune province della carissima Roma è possibile risparmiare oltre il 60% del prezzo sopracitato, arrivando anche a spendere solo 6 euro!

Insomma, fatevi furbi: la questione non è solo che pizza mangiare, ma anche dove gustarla!

 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Share

Potrebbe piacerti anche Altri articoli di questo autore

Di' la tua su questo articolo!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.