Una vita in mare

1

“Sono nato nei Caraibi, nell’isola di Guadalupe. L’unica maniera di muoversi dall’isola era per cielo o per mare”

Vourvourou1-1024x527

Louis Henri ha iniziato presto a viaggiare, se non altro perché è una spontanea vocazione di chi nasce guardando il mare. “Guadalupe l’ho lasciata quando avevo 20 anni”, scrive nel blog che documenta i suoi viaggi. “La mia carriera di pilota mi ha portato a viaggiare praticamente in tutto il mondo”. Già, questo è il progetto: continuare a farlo per mare, a bordo del suo catamarano. E solo dopo aver lasciato la vita della terra ferma ci si accorge dell’inizio del viaggio. Quando arrivò a Barcellona era sicuro che sarebbe stata una fermata temporanea.  “Quello che non mi aspettavo è che qui avrei incontrato Graziella, la mia compagna di vita e di viaggi. L’ho conosciuta ed ho capito perché, nonostante tutto fosse già pronto da un po’, non ero ancora partito. Al mio sogno di fare il giro del mondo in barca a vela mancava un pezzo e l’avevo appena trovato. Graziella è laureata in economia internazionale e da tempo risiede in terra di Spagna. Viene da Sanfele, un paese delle montagne lucane, non certo il pedigree più adatto alla navigazione. Eppure la passione per i viaggi e la curiosità del mondo non le sono mai mancate. GLHBCome Louis anche Graziella lascia l’Italia a 20 anni circa, “per imparare altre lingue e conoscere la vita in altri posti”. Nessuna conoscenza di mare, barche a vela e di navigazione. Poi é arrivato Louis, “un temporale estivo in un pomeriggio d’afa, rigenerante e travolgente”, come scrive nella sua presentazione. Dove si legge qualcosa di immensamente significativo: “Negli ultimi 10 anni ho cambiato due continenti, quattro paesi, cinque città e dodici case. Ci aspettano molte partenze e altrettanti arrivi, però questa volta non ci sarà bisogno di nessun trasloco. Come le lumache, la casa la porto via con me, in giro per il mondo”.
Dunque giro del mondo sia: partiti il 4 dicembre del 2011, con la luna crescente. Al primo mattino la costa di Barcelona era già una sottile striscia di terra: la contemplazione del viaggiatore cattura fino ad assorbire immagini in lontananza, la traccia del nuovo percorso. “Ci stavamo lasciando dietro tante certezze. Una vita comoda e ben organizzata, un 
lavoro, la prospettiva di una casa, la quotidianità degli affetti”.  Il prezzo da pagare in nome di quel cassetto che a volte incute timore al pensiero di aprirlo. Un prezzo irrisorio rispetto alla merce in “vendita”, il giro del mondo in barca a vela alla scoperta  delle coste del pianeta e della vita che ospitano. Scoprire nuovi spazi per vivere una nuova dimensione del tempo: non le lancette a scandirlo ma il ritmo delle emozioni, quelle cullate dalle onde del mare. Si salpa! 

E col blog di bordo i navigatori rimangono in contatto con chi vive in terra ferma: Graziella e Louis annotano tutto ciò che accade, postano meravigliose fotografie scattate all’alba a largo di Tessalonica, video in cui compaiono altri amici conosciuti in viaggio, raccontano tutte le emozioni che vivono durante la loro eccitante avventura. Come il tragicomico duello col serpente di mare che risaliva lo scafo nonostante le ripetute cacciate, con l’inarrestabile volontà di un agente commerciale o di un operatore call center.

Bourbourou-3-1024x756

Su seasunstories insomma ci trovi tutto ciò che si fa a bordo del Catamaran Privilège 37. Una panoramica su Kavala (Grecia), un risveglio a largo della Golden Beach di Thasos, i magnifici scorci di Guadalupe. E non solo reportage paesaggistici ed emozionanti video, ma anche una notevole quantità di informazioni per altri naviganti: mappe e rotte dei percorsi, video tutorial sulla riparazione di una batteria malconcia e consigli su come sfruttare i pannelli fotovoltaici, come riciclare l’acqua marina: insomma come vivere con la natura, con ciò che ti offre. Cioè tutto tranne gli strumenti, gli utensili, l’elemento distintivo nell’evoluzione della vita del regno animale. Quelli che separano l’uomo dalla bestia. Quelli che devi buttare per capire cosa sia un uomo. O una donna!

Guadeloupe-2012-10

Guadeloupe-2012-09

Guadeloupe-2012-03

Guadeloupe-2012-05

Energy-Blog-7-1024x768

Mise-a-eau-2013-01

[Voti: 0   Media: 0/5]
Share
1 Commento
  1. Graziella e Louis dice

    Grazie a Junloo.it per questo bellissimo articolo su di noi . Speriamo sia una fonte di ispirazione ed incoraggiamento per quanti come noi inseguono un sogno. Il nostro viaggio nel Mediterraneo é quasi arrivato al capolinea, a fine anno ci aspetta l’Atlantico … speriamo d’essere pronti per l’Oceano!

Di' la tua su questo articolo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.