È il momento buono per il Decluttering: le regole

Con l’arrivo dell’autunno ed i primi cali di temperatura, si comincia a pensare al momento del cambio di stagione. Se si tratta di un momento che vi spaventa, probabilmente dipende dal fatto che avete troppi vestiti ed è ora di agire con il Decluttering.

Decluttering significa, letteralmente, “fare spazio”: procedendo per gradi e fermandosi a riflettere sugli indumenti (o gli oggetti) che si hanno davanti, si provvede a mettere da parte quello che riteniamo superfluo nelle nostre vite, facendo letteralmente spazio. Uno spazio che può essere lasciato libero, se non si necessita di altro, oppure può essere occupato da qualcosa di nuovo.

Ci sono diverse teorie a riguardo, comprese quelle minimaliste, ma senza arrivare ad un punto di vista estremo, liberarsi di alcune cose che possono appesantirci inutilmente, è sicuramente una soddisfazione. Una gioia ed un senso di libertà che proverete sia durante la pulizia, sia una volta terminate le operazioni. 

La domanda da porsi è, fondamentalmente, una: “mi serve quest’indumento?”. Nel caso in cui non riusciate effettivamente a rispondere a questa domanda, potrà aiutarvi cercare di risalire all’ultima volta in cui lo avete indossato. Se non lo ricordate, oppure siete riusciti a collocarlo molto indietro nel tempo (ci saranno capi che non indossate da 1 o anche 2 anni), forse è arrivato il momento di metterlo da parte. 

Se pensate sia arrivato il momento del decluttering è giusto arrivarci preparati. Il tempo è un potente alleato, per cui bisogna decidere a monte quante ore dedicare a quest’attività. Se si sa già di non avere tutta la giornata, meglio dividere in diverse sessioni, magari due ore per volta. Per semplicità, solitamente viene suggerito di dividere tutto in diverse scatole: quello che si decide di tenere andrà da una parte, quello che può essere venduto (perché mai messo o in ottime condizioni) da un’altra, quello che è necessario buttare in un sacco e quello che può essere regalato. Ricordarsi che tutto quello che diamo via può servire ad associazioni che aiutano chi ne ha bisogno, può servire ad avere meno sensi di colpa nel disfarsi di qualcosa.

Tutto questo è possibile farlo non soltanto con i propri vestiti. Vale la pena di dedicarsi alla pulizia dei vari spazi della casa, liberandosi di tutto quello che non serve anche in bagno, in cucina e in salone, facendo una selezione di oggetti che forse è arrivato il momento di togliere da mezzo. Visto che non si tratta di indumenti da indossare, il ragionamento da portare avanti può essere diverso: potete valutare l’effetto che quel determinato oggetto vi fa oppure se rispecchi la vostra attuale personalità. 

[Voti: 0   Media: 0/5]
Share

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.